Recensione: "SEI TUTTO QUELLO CHE NON VOLEVO" di Jeky Emme


Ciao ragazze/i!!! Eccomi qui, quest’oggi, con la mia prima recensione per voi. Sono felice di potervi presentare il romanzo di “Jeky Emme”. Questo è il suo secondo libro, mentre il suo romanzo d’esordio si intitola “Lasciati amare” di cui vi parlerò in seguito! Oggi desidero avere la vostra attenzione perché vi farò conoscere Baby e Matt. Due ragazzi apparentemente diversi, ma in realtà così simili, soprattutto nel carattere, tanto forte da voler a volte entrare nel testo e mettersi “in mezzo” a loro due, in modo tale da farli smettere di bisticciare!


“Amore e odio, forse quello che in fondo siamo sempre stati.”



Come detto prima, avevo già avuto l'onore di conoscere Jeky attraverso il suo primo libro "Lasciati amare" e, quindi, ho acquistato "Sei tutto quello che non volevo" ad occhi chiusi... beh, complimenti all'Autrice perché, con questo libro, si è superata!!!
Con "Sei tutto quello che non volevo", Jeky è riuscita a farmi sentire i dubbi e le incertezze di Baby, facendomi lottare per lei, sperando capisse, prima o poi, che le barriere possono proteggere, ma, se troppo spesse, non fanno passare nemmeno il sentimento più importante di tutti: l'Amore!   

"Non è semplice sintonia. È un incastro dannatamente perfetto.
La congiunzione e il completamento di due anime ribelli e imperfette."

Baby e Matt sono due fotografi professionisti, ma, pur essendo rivali nel lavoro, troveranno il campo di battaglia neutro per potersi amare così come il destino pare aver stabilito?

“Quasi non me ne rendo conto, continuo a guardare i suoi occhi e in un lampo alza il ginocchio e mi colpisce proprio lì. Sì, avete capito bene, mi ha tirato una ginocchiata nei gioielli di famiglia, dove non batte il sole, da mio fratello, il mio amico, chiamatelo come volete ma io sto vedendo le stelle e lei ride.
<Tu sei una pazza, squilibrata, zitella inacidita. Sei una stronza colossale!> Sono piegato su me stesso e la sento ridere.
<Ti avevo avvisato che ti avrei fatto pentire di essere nato uomo. Io mantengo sempre le mie promesse. Ciao ciao, baby...> Schiocca un bacio e lo soffia via prima di prendere l'amica e uscire dal locale.”


In un walzer di emozioni contrastanti, Jeky Emme vi farà danzare, sperando di poter avere come partner l’affascinante Matt Cooper che, una volta incontrata Baby, non vedrà (aimè) più nessuna e… soprattutto non vorrà più vedere nessuno gironzolare intorno a Baby!!!

“… non mi sono mai sentito così. Lei é una continua sfida, una lenta tortura piacevole, è così distaccata ma allo stesso tempo passionale> mi passo una mano tra i capelli
<Mi stimola e non parlo solo fisicamente, sessualmente, io parlo della testa.
Mi stimola mentalmente. Stimola le mie idee, la mia fantasia.”

Nel romanzo, vi è una narrazione in prima persona con punti di vista alternati. E il nostro Matt arriverà addirittura a confidarsi con la sorella che, conoscendolo molto bene, ha capito perfettamente la metamorfosi del fratello.

"<Se la vuoi, se è proprio lei che vuoi allora conquistala. Seducila. Cercala ad ogni ora. Sorprendila. Falla sentire unica e soprattutto l'unica. Entra nella sua mente e non lasciarle via d'uscita. Scava nella sua anima, nei suoi ricordi più oscuri fino a sentire il suo cuore pulsare nelle tue mani. Sii ogni sua fantasia, ogni suo desiderio ed emozione> si avvicina a me e mi abbraccia prima di aggiungere <ma la cosa più importante fratellino, sii ciò che nessuno è mai stato per lei. Sii ciò che lei ha sempre voluto. Solo così sarà tua e potrai prenderti cura di quel cuore che avrai tra le mani>. Un cuore che forse è da curare e che ha ferite da scoprire."

Complimenti sinceri a Jeky Emme e grazie di cuore per le meravigliose emozioni che è riuscita a infondere nel mio cuore! E' stata in grado di trasportarmi nel mondo dei due protagonisti coinvolgendomi in prima persona! Consigliato a tutte le inguaribili romantiche come me!
E ora… ci vedremo presto per raccontarvi ancora di loro. E ancora di Jeky Emme.

 “Voglio esser felice, perché a esser tristi sono capaci tutti. Non parlo di un sorriso finto sulle labbra e gli occhi spenti, io parlo di un sorriso vero, di risate fatte di lacrime e male alla pancia.
Di luce negli occhi e amore nel cuore.”


"Provate a mettere due caratteri forti insieme e ne uscirà una guerra. Di che tipo poi, starà a loro decidere." 
«Baby Davis, piacere di conoscervi. Vi vedo già mentre state sorridendo del mio nome e lo collegate a Dirty Dancing. Non aspettatevi di vedermi ballare il mambo e fare la presa a volo d'angelo, perché piuttosto che ballare, mi vesto di rosa e divento una Barbie».  «Infatti campanellino, non potresti mai fare quella presa senza di me. Scusate l'intrusione, io sono Matthew Cooper, per gli amici solo Matt e...».  «Ormai le tue scuse non valgono più. Mi sono abituata, anzi... ci siamo abituati tutti alle tue intrusioni e penso che i tuoi gioielli di famiglia ne hanno un vivo ricordo». 
«Lascia parlare un po' anche me campanellino. Sono quello che ha battuto in tutte le sfide la qui presente Baby». 
«Non tutte Cooper, ricordati che la guerra più importante l'ho vinta io». 
«No campanellino, lo sai che l'ho vinta io... ma lasciamo che siano i lettori a deciderlo». 
C'è una cosa che il tempo non cambierà mai, ed è una fotografia, come diceva Andy Warhol. Lo sa bene Baby, che di questo ha fatto uno stile di vita, diventando una tra i fotografi più richiesti di New York. Matt invece è uno dei fotografi più famosi, eppure si è visto portare via da sotto il naso, proprio da Baby, un primo matrimonio e poi anche un secondo: quello della sorella. Rivali nel lavoro e nella vita, perché quando il karma di Baby ci mette lo zampino, tira fuori incontri inaspettati e non voluti. Cosa succede allora, se provate a mettere in conflitto due fotografi che non si vogliono far scappare il matrimonio più importante per la carriera del loro studio? Se quei due fossero proprio Baby e Matt, reduci da un primo incontro "traumatico"?  E cosa succederebbe se per qualche strano gioco del karma, o forse di Matt, fossero costretti a dover dividere la stessa stanza? Due stili uguali nella vita privata e con delle regole da rispettare per entrambi. Ma se fossero lo strappo alle loro stesse regole, che cosa accadrebbe? Baby e Matt sono due pezzi di uno stesso puzzle. Uno di quelli grossi e complicati, con tanti piccoli pezzi da incastrare, ma che una volta finito è magnifico e unico. Il loro è un amore e odio che li porterà a battaglie senza fine, ma anche a vivere un'intensa e turbolenta storia d'amore. Da questa guerra ne uscirà vivo soltanto uno... o forse tutti e due. "Non è semplice sintonia. È un incastro dannatamente perfetto. La congiunzione e il completamento di due anime ribelli e imperfette."


Nessun commento :

Posta un commento