Recensione: "La distanza tra me e te" di Lucrezia Scali ed. Newton Compton

Buongiorno sognatori! 

La nostra Damiana oggi ci parla del libro della bravissima Lucrezia Scali "La distanza tra me e te" edito dalla newton compton, in uscita il 1 settembre. Buona lettura...





 Ho avuto il piacere di leggere in anteprima questo ultimo libro di Lucrezia Scali , già conosciuta da noi lettori con il suo primo successo Te lo dico sottovoce, e si riconferma anche in questo la sua abilità nello scrivere e narrare una storia davvero particolare ma a tutti gli effetti attualissima.

Raccontarvi questo  libro senza fare spoiler sarà davvero difficile soprattutto in base alle mille emozioni provate leggendo e per ogni capitolo ci sarebbe davvero da raccontare, inizio però con il farvi conoscere un poco di più i personaggi.
Isabel è una donna apparentemente perfetta , sempre in ordine truccata alla perfezione, composta nei modi di fare e di comportarsi ,con una casa splendida e sempre tirata a lucido,  dal di fuori potrebbe sembrare una donna glaciale  di quelle che ad una prima occhiata sembra che camminino a dieci centimetri  da terra e nessuno possa essere alla loro altezza ma, perché dietro a tutto questo si nasconde sempre un “ ma” ;
Un carattere insicuro, si rifugia dietro alla programmazione con cura di ogni singolo giorno per evitare imprevisti, per evitare forse di dover affrontare inevitabilmente i problemi che  spesso le difficoltà della vita ci fanno incontrare sul nostro percorso.
Una solitudine fatta di finta perfezione in una meravigliosa casa condivisa con un marito sempre assente, un rapporto sicuramente fatto d’ amore , fiducia ma tanta solitudine.

“ Potrà sembrare una cosa da sfigati, ma io pianificavo tutto. Avevo sempre odiato il motto “ Cogli l’attimo” . Perché dovevo accettare e subire   quello che mi offriva il momento e non essere invece Io l’ Artefice del mio destino, decidendo cosa, come e quando lo volevo? Ogni mattina scrivevo un menu sulla lavagna in cucina e lasciavo che Mattia evidenziasse le sue preferenza. “

Le sue giornate trascorrono organizzate  alla perfezione tra pulizie programmate passeggiate al parco e rilassanti momenti di lettura,  allenamenti di agility dog con la sua fidatissimo e amato cane Frida, unico divertimento a quanto pare che riesca a farla sentire , forse, effettivamente se stessa oltre a fare acquisti pazzi di costosissime scarpe su amazon o vagonate di libri.

“ La situazione mi era un pò sfuggita di mano. Giusto un pò… ero consapevole di avere metà libreria ancora piena di libri da leggere, ma accumularli mi rendeva felice e appagata. Sapevo di poter contare su di loro in ogni momento della giornata.”

 Finche ad una delle sue amatissime gare arriva il suo imprevisto, quello che nessuno può prevedere neanche una maniaca del controllo come lei. Un bellissimo imprevisto che entrerà prepotentemente nella sua vita, nella sua mente e forse anche nel suo cuore.
Un imprevisto fatto da un metro e novanta di muscoli, fisico atletico, capelli rasati e due occhi capaci di far sciogliere anche il polo nord
Un incontro o meglio uno scontro che li porterà con ironia e battibecchi a punzecchiarsi finche, complice anche i social riusciranno a raccontarsi e a dirsi cose tramite messaggi che forse a voce non sarebbero stati capaci di rivelarsi.
Andreas vive a chilometri di distanza, vive di imprevisti e di problemi da risolvere ogni giorno con la sua officina, con tanto di bollette e arretrati da pagare. Una vita cosi diversa e uno stile di vita cosi all’opposto di Isabel. Lui che e sempre socievole e aperto con tutti , che ha fatto suo il motto di “cogli l’attimo” e che, nonostante tutto cerca di prendere sempre il meglio dalla vita, il bello e il brutto ma di viverlo comunque al cento per cento.
E anche se ha una fidanzata che lo aspetta nel suo piccolo monolocale l’Incontro con Isabel e le successive conversazioni in chat lo destabilizzeranno e lo porteranno a riflettere se anche questa volta sia giusto lasciarsi andare all’Istinto e vivere una storia che sembra impossibile e incerta , con il rischio di farsi sentimentalmente male oppure seguire per una volta la ragione. Riuscirà a cambiare il suo stile di vita e il suo modo di pensare ?

“ Ognuno di noi è vittima o lo e stata di una tentazione, e i social sono un’ arma a doppio taglio. Con la scusa di conoscere nuove persone, si rischia poi di instaurare dei rapporti che, proprio per il fatto che non siamo naturalmente monogami, si trasformano in altro. E non è qualcosa che possiamo prevedere, succede e basta.”

Questo e uno di quei libri che ti porta riflettere e anche ad analizzarsi, perchè le emozioni e i sentimenti che provano i protagonisti, i loro dubbi e le loro incertezze rispecchiano spesso un comune modo di vivere. L’autrice affronta con abilità un tema complicato ma soprattutto attuale fatto di mondo virtuale e quella  sottile linea di confine che divide la realtà da questo mondo social che ormai ci accompagna quotidianamente nella nostra vita.
Un finale sicuramente degno di nota anche  se io durante la lettura avevo sperato in un evento diverso ( difficile spiegarsi ma questo sarebbe davvero uno spoilerone ) ma che indubbiamente avrebbe portato anche a cambiare il finale.

In bocca al lupo all’autrice per questa avventura.  


Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...

Nessun commento :

Posta un commento