Recensione: "SOLO UNA STORIA D'AMORE E DI TROPPE PATURNIE" di Momi Gatto

Buongiorno sognalettrici oggi vi parlo di un'autrice esordiente davvero molto brava nell'esprimere le proprie emozioni e in grado di coinvolgere appieno il lettore con il proprio romanzo, l'autrice è Momi Gatto con il romanzo "Solo una storia d’amore e di troppe paturnie”.


La storia di questo divertente e criptico romanzo tratta di Giulia, studentessa universitaria, e Davide, giovane promessa della pallanuoto, che si conoscono grazie ad un amico in comune e il cui rapporto non è dei più semplici sin dall'inizio. 
Diciamo solo che la nostra protagonista appena lo vede è tutto tranne che lucida:

"Lo stato confusionale, non posso fare altro che definirlo così, è immediato. I neuroni si schiantano tra loro poi si spengono uno per volta, compromettendo il funzionamento del cervello. Per qualche istante i polmoni smettono di respirare, le orecchie si tappano e la visione periferica sparisce. Con uno sforzo disumano, e dopo un tempo che mi pare infinito, distolgo lo sguardo prima di andare in carenza d’ossigeno."

Mi ha divertito molto il modo in cui l'autrice descrive i diversi stati d'animo di Giulia, innamorata da subito di questo ragazzo bellissimo ma inavvicinabile perché fidanzato e del modo in cui si accontenta di essergli amica.

"Mi sono detta mentalmente mille volte: “Non ti piace, non t’innamorare, non ti fare incantare”, e adesso mi ritrovo qui, a poco più di ventiquattro ore da quando l’ho conosciuto, a prepararmi per andare al cinema con lui. Da SOLA, con lui! Giusto per complicarmi un po’ la vita."

La vita è imprevedibile e le paturnie della nostra Giulia sono davvero infinite. Ho apprezzato tantissimo il modo in cui si snoda la trama e come gli eventi vengano magistralmente manipolati poiché la storia è davvero molto realistica, per un attico Momi Gatto mi ha riportato ai tempi dell'adolescenza e delle mille elucubrazioni mentali fatte per amore. Mi è dispiaciuto non poter leggere il punto di vista di Davide che talvolta sembra fin troppo ambiguo... anche dopo aver lasciato la sua fidanzata si ostina a volere con Giulia solo un rapporto di amicizia. 
Per fortuna la nostra protagonista è abbastanza furba da trovare più di un modo per farlo capitolare come proporre una "sfida di seduzione".

"L’obiettivo è scoprire se è attratto da me, punto. Certo, se il bellimbusto decide di giocare sporco corteggiandomi, sarà un miracolo resistergli. Oh ma che scema, ovvio che lo farà… non potevo pensarci prima di proporgli questa stupida sfida di seduzione."

La lettura è davvero divertente e scorrevole peccato l'eccessiva lunghezza del romanzo (più di 500 pagine) ma ovviamente questo è un parere personale che me lo ha reso difficile da leggere nella parte centrale perché leggermente lento. Nonostante questa piccola pecca ammetto che è davvero un buon libro, che consiglio vivamente a chi come me adora le storie d'amore, e sicuramente leggerò il seguito! Vi lascio con una piccola citazione di Osca Wilde scritta dall'autrice nel romanzo che condivido in pieno:

"L’unico modo per liberarsi da una tentazione è concedersi a essa"



Giulia e Davide, due ventenni di Milano, così genuini eppure a modo loro tanto complicati, aprono e chiudono questo romanzo fresco e ironico che li vede unici protagonisti. Il loro è un rapporto insolito fin dal primo sguardo, così intenso e assuefacente da spaventarli. Lo sconosciuto senso di irrinunciabilità che sentono l’una per l’altro, e la conseguente paura di perdersi, li spingono a nascondere, agli altri e soprattutto a loro stessi, quale sia il vero sentimento che li unisce. Solo il precipitare repentino delle cose, e l’immancabile batosta, li costringeranno ad aprire gli occhi. Impossibile non affezionarsi a questi due ragazzi e non immedesimarsi con i loro cervellotici ragionamenti, attraverso i quali tutti noi siamo passati almeno una volta nella vita.

3 commenti :

  1. Lo stavo snobbando ma perche'?? Sembra cosi' interessante! ❤️

    RispondiElimina
  2. Grazie grazie grazie davvero! 💚💚

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato davvero un piacere keggere il tuo romanzo! Mi è piaciuto molto :)

      Elimina