Recensione: "TI VORREI MA NON POSSO" di K. A. Linde



Ti vorrei ma non posso è il quarto volume delle Avoiding Series. L'autrice in questo nuovo libro ci racconta la storia di Chyna, una ragazza dell'Upper East Side che ha sempre avuto tutto nella vita. Appartenente alla classe agiata di una New York molto attiva e lussuosa, Chyna ama la moda e presto si trova a seguire le orme di sua madre, diventando una modella, quasi per caso.




La separazione dei suoi genitori, dopo un susseguirsi di litigi quotidiani, è stata per Chyna una delle cause del suo voler restare single a vita. Ha sempre potuto avere gli uomini che voleva, le bastava anche solo schioccare le dita per avere chiunque ai suoi piedi, da un semplice cameriere di qualche locale alla moda, fino al laureato ad Harvard. Ma una cosa, anzi una parola li distingueva tutti “Bastardo!” (Scusate il termine), ma Chyna li battezzava quasi tutti in questo modo.

Un giorno però qualcuno la salva da una sbornia troppo pericolosa portandola via da un locale e facendola entrare nel suo cuore. Un ragazzo diverso da tutti quelli che Chyna aveva frequentato, una persona semplice, amante dei Fast food, un architetto dolce e gentile che però desidera avere una storia seria con una ragazza, l'unico problema di Chyna. E infatti il destino la spinge verso la sua vera natura e la sua passione per la moda facendole incontrare uno stilista italiano della linea Marco's, proprio il giorno dell'inaugurazione del suo nuovo negozio a New York.
Un invito arrivato da qualcuno, porta lei e il suo amico gay proprio a quel negozio. Tra lei e Marco c'è subito attrazione e presto le verrà proposto di posare per lui e sfilare come modella al Glam Ball a Milano, il più importante centro italiano dell'alta moda.

«Ecco la mia stella.» Disse Marco”

Il libro si articola tra presente e passato, ricostruendo ad ogni capitolo la storia di Chyna con “l'angelo” a New York e quella con il “diavolo” a Milano. Due uomini completamente diversi fra loro, ma Chyna da chi sarà più attratta? Da un irresistibile stilista o da un dolce architetto? E' pronta per una storia seria? Alcune vicende la porteranno a lottare contro questi due punti di vista, molte tentazioni si presenteranno senza preavviso, e saranno le stesse che la metteranno a dura prova; fin quando non si renderà conto che ciò che vuole davvero è anche diventare famosa, una vera top model, perché alla moda lei non può rinunciare. Gli uomini e la moda sono la sua vita. Ma chi troppo vuole nulla stringe?


L'autrice racconta questa storia in un modo semplice, con dialoghi molto realistici, senza fare troppa attenzione all'uso di alcuni vocaboli, perché in quegli ambienti, così come a New York, è così che si parla. Ho colto spennellate di “Cinquanta sfumature di grigio” qua e là e qualche riflesso del celebre “Gossip Girl”, ma il tutto con una penna che si distingue da entrambi e che porta il nome di K.A. Linde.








2 commenti :

  1. Ciao Dalila! Non ho ancora iniziato questa serie, penso che la segno ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Fai bene, buona lettura allora! :)

      Elimina