Recensione: "IL CLUB DELLE SECONDE OCCASIONI" di Dana Reinhardt edito DeAgostini


Buongiorno sognalettrici oggi vi propongo la recensione di un libro che è stato acclamato da tutti e da cui realizzeranno anche un film, ovvero "Il club delle seconde occasioni" di Dana Reinhardt.



Potrei riassumervi la trama con una sola parola questo romanzo: vera!
Perché? È molto semplice, il romanzo tratta di una storia che potrebbe essere assolutamente reale e che sarebbe potuta capitare a chiunque di noi. Chi non è mai stato lasciato da quello/a che credeva essere il vero amore? La storia inizia proprio così con River, il protagonista, che viene lasciato dalla storica fidanzata Penny e, a soli diciassette anni, crede che il suo mondo sia finito.


Fino al pomeriggio in cui Penny Brockaway mi scaricò nel bel mezzo del lago di Echo Park, non credevo nel destino.
Prima di dare libero sfogo alla vostra fantasia, immaginandomi chiuso in un sacco per cadaveri, a sprofondare nel fondale di quell'acqua sporca, devo precisare che mi scaricò nel senso che mi lasciò, che prese il mio cuore e lo calpestò con un paio di quei brutti stivaletti che le piacevano tanto, e poi si mise al volante del suo SUV e ci passò sopra, prima di raccogliere i resti e gettarli nella compostiera.


La vita talvolta è strana e ci pone dinnanzi non solo ostacoli ma anche soluzioni... ed è quello che sembra accadere a River quando, per caso, scopre un gruppo di riunioni per adolescenti difficili.

Fu proprio in quel momento, quando stavo per crollare nel bel mezzo di un marciapiede deserto, che forse non aveva mai visto un pedone, mentre finalmente il sole scompariva e mi lasciava senza più una guida, che la vidi.
L’insegna.
Nera e sbiadita su una tenda parasole bianca strappata.
CLUB DELLE SECONDE OCCASIONI.


Per poter partecipare agli incontri il nostro protagonista dovrà fingere una dipendenza che non ha ma che lo aiuterà a comprendere quali sono i suoi veri problemi, problemi che non ha mai voluto affrontare, come l'abbandono del padre.
Pian piano vengono presentati i vari membri del club e come lettrice devo ammettere di aver apprezzato molto il modo in cui l'autrice tratta i problemi di ognuno di loro. La narrazione fluida mi ha permesso di immedesimarmi in ognuno di loro e tornare adolescente, di rivivere quel senso di irriverenza tipico di quell'età.
Naturalmente ho adorato Daphne, il personaggio femminile che si contrappone, con i suoi modi diretti, all'insulsa Penny e facendo breccia nel cuore di River.


«Ok… non voglio solo avere la sensazione di conoscerti. Voglio conoscerti sul serio.» Mi accorsi di essere vicino alla mia fermata, ma non la prenotai. «Io… voglio essere tuo amico. Un amico vero. Probabilmente… è la cosa più importante, in questo momento.»
«Quindi… quella stronzata del sto per baciarti?»
«Oh, ho una gran voglia di baciarti. E intendo una grandissima voglia. Ma ho anche voglia di ascoltarti. Di… aiutarti. Nel senso, se hai bisogno di parlare del motivo per cui rubi, dell’ingiustizia per cui non hai tutto ciò che ti meriti.»


Purtroppo però le bugie hanno le gambe corte e River dovrà affrontarne le conseguenze! Il romanzo mi è piaciuto davvero molto anche se forse più adatto ad una fascia di età adolescenziale. Consiglio di leggerlo perchè a me non solo ha fatto tornare indietro nel tempo ma mi ha regalato infinite emozioni che mi hanno fatto rimpiangere l'essere arrivata all'ultima pagina!





Cosa c’è di peggio che essere scaricati di punto in bianco dalla ragazza che si ama disperatamente?
Niente, River Dean ne è convinto al cento per cento. Perché è proprio quello che gli è capitato in un inaspettato pomeriggio di fine primavera: Penny l’ha mollato, senza una parola, una spiegazione. E senza nemmeno un passaggio a casa. Se n’è andata, lasciandolo da solo, a piedi, dall’altra parte di Los Angeles. River si mette quindi in cammino, deciso ad autocommiserarsi per il resto dei propri giorni. Finché un’insegna richiama la sua attenzione. Un’insegna che promette una Seconda Occasione a chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco. L’insegna di un gruppo di supporto per ragazzi problematici.Senza pensarci due volte, River si unisce al club. È pronto a tutto pur di guadagnarsi la sua seconda occasione. Anche a mentire spudoratamente e a innamorarsi, di nuovo.

3 commenti :

  1. Ciao Fay, questa tua recensione mi ha proprio convinta, il libro era già appuntato in wishlist ma ora spero proprio di poterlo leggere al più presto! ❤

    RispondiElimina
  2. Ciao Fay, questa tua recensione mi ha proprio convinta, il libro era già appuntato in wishlist ma ora spero proprio di poterlo leggere al più presto! ❤

    RispondiElimina
  3. Vedo che ti è piaciuto davvero tanto! Intriga tanto anche me, sembra diverso rispetto agli altri romanzi di questo genere. E mi ricorda tanto le trame di alcuni film americani, e in effetti a quanto pare ne realizzeranno proprio un film!

    RispondiElimina