Recensione: "TRA DUE MONDI" di Jennifer L. Armentrout edito Harper Collins

Buongiorno sognalettori, sono sempre io, la vostra Fay, ed oggi vi parlerò della nuova serie “Covenant” della Armentrout uscita con la Harper Collins, “Tra due mondi” che tratta stavolta di due nuove specie: puri vs mezzosangue.


Il romanzo, primo della trilogia, è incentrato su due nuove specie: i Puri, ovvero coloro che hanno l’etere (sangue particolarmente ricco di potere che gli permette di manipolare uno dei quattro elementi) e nascono da madri e padri altrettanto Puri. I Mezzosangue, invece, nascono da un genitore Puro e un mortale. Sono fortissimi e sono adoperati come agili guerrieri pronti a tutto per sconfiggere il male del mondo rappresentato dai Daimon.
Un romanzo sublime se non si considera l'unica pecca, ovvero che l'Armentrout adopera sempre lo stesso schema già rivisto nei libri precedenti.

Abbiamo la protagonista, Alex, diciassettenne sicura di sè, mezzosangue e pronta al sacrificio e alla lotta...ovviamente innamorata di un puro che, per definizione, è inaccessibile ma anche bellissimo:


"E poi successe la cosa peggiore che potesse accadere. Davanti a me divampò un muro di fiamme che prese a bruciare le panche e schizzò fino ad almeno due metri e mezzo di altezza. Era reale, non era un'illusione. Sentivo il calore del fuoco che crepitava e divorava le pareti.

E poi lui si fece strada camminando fra le fiamme: aveva l'aspetto di un cacciatore di daimon in tutto e per tutto. Il fuoco non gli strinò i pantaloni e non gli macchiò la maglietta. Le fiamme non gli bruciarono neanche un solo capello. I suoi occhi gelidi erano fissi su di me: avevano il colore di una nuvola che porta il temporale.
Era lui... Aiden St. Delphi.
Non avrei mai dimenticato il suo nome o il suo viso."


Nonostante lo schema sia sempre lo stesso dei precedenti ammetto di essere stata ugualemnte completamente presa dalla lettura, mi sono innamorata di Aiden e del modo in cui l'autrice lo descrive.

Come sempre ho apprezzato poco la protagonista femminile che si troverà ad affrontare la terribile verità che ha portato sua madre a fuggire dal Covenant, l'istituto in cui ha sempre vissuto e dove si allenano i mezzosangue. 
Non può mancare per concludere il triangolo classico di questo genere il coprotagonista maschile odioso e ribelle, Seth alias l'Apollyon, ovvero un mezzosangue con poteri incommensurabili in grado di manipolare tutti gli elementi e di conseguenza temuto da tutti.


"Cavolo, era inequivocabilmente l'Apollyon.

Seguiva Lucian e Marcus, tenendosi a distanza di sicurezza. Non stava loro addosso, ma era pronto a reagire a qualsiasi minaccia avesse percepito. Lo fissammo tutti, colpiti già solo dalla sua presenza.
Senza rendermene conto, feci un altro passo indietro quando il gruppetto si avvicinò al punto in cui ci trovavamo. Non so cosa mi prese, ma all'improvviso desiderai essere il più lontano possibile... e invece avevo bisogno di stare lì più di ogni altra cosa al mondo."


Alex scoprirà che il suo destino non è semplice e lineare come aveva immaginato e che, senza volerlo, è irrimediabilmente legato ad una storia antica che l'oracolo, la vecchia Piperi, cerca di predirle:

"La Vecchia Piperi sorrise; la pelle incartapecorita intorno alle labbra le si distese. «Vuoi sentire la verità? La tua verità? Quello che gli dei hanno in serbo per te?»"

Ma chi di noi è realmente pronto a conoscere il proprio futuro? Ebbene vi lascio a questa splendida lettura capace di coinvolgervi come solo la Armentrout ci riesce. 
Consiglio vivamente di leggerlo vista la bravura dell'autrice di descrivere mondi nuovi ed emozioni toccanti.




Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.

6 commenti :

  1. È in wish list. Trattando di mitologia greca mi attira molto. Di questa autrice ho letto solo "Caldo come il fuoco"; devo recuperare i due seguiti e leggerli. Tornando a "Tra due mondi" presto uscirà il seguito; ciò mi rende molto felice, perché evidentemente il primo ha avuto successo (non avevo dubbi), e sicuramente usciranno gli altri, non diventerà l'ennesima serie interrotta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto di odiare l'attesa di un libro e mi ero ripromessa di non leggerlo fino all'uscita dell'ultimo...ovviamente non ci sono riuscita ;)

      Elimina
  2. Non vedo l'ora che esca qualche altro volume di questa serie per poterla leggere senza attese ;-)
    Adoro la Armentrout ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo, anche io avevo questo programma...purtroppo ho fallito

      Elimina
  3. wow, mi servono di nuovo le ferie perchè davvero ci sono troppe letture da recuperare e poco tempo uffa! La tua recensione è super davvero <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, sei davvero gentilissima

      Elimina