Recensione: "VOGLIO ESSERE UNA TOP MODEL" di Daniela Azzone edito Leggereditore

Buongiorno sognalettrici, questa sarà la mia prima recensione di un'autobiografia. Ebbene sì oggi vi parlerò della bravissima Daniela Azzone, famosissima modella degli anni '80, la cui carriera è iniziata a soli 16 anni e ci viene raccontata nel libro "Voglio essere una Top Model" edito Leggereditore.



Sedici anni e un sogno nel cassetto: essere una modella!
Chi di noi non ha mai desiderato esserlo? Quante volte vedendo quelle ragazze bellissime sfilare sulle passerelle o a Miss Italia abbiamo pensato "e se ci fossi io lì"?
Per Daniela quello che per molte è solo un sogno diventa improvvisamente realtà ma ciò che mi è piaciuto del libro è scoprire cosa c'è dietro quel tipo di vita. Ho sempre immaginato che fosse un tipo di vita difficile perché comportava numerose rinunce ma devo ammettere che la scrittura dell'autrice ha saputo coinvolgermi appieno nel suo mondo. Il ritmo in alcuni punti è davvero molto intenso ed è impossibile non adorare la protagonista.

Una musica di tamburi irrompe nell'aria creando ulteriore scompiglio, nel caos generale. Le voci si confondono nella testa, lo stomaco si contrae e le unghie si conficcano nella tenera carne delle mani. Rimango ferma, in piedi, aspettando impaziente il segnale. Asciugo le mani sulla sottile veste di seta e osservo i piedi, le scarpe con il tacco, le calze trasparenti che mostrano le lunghe gambe. Alzo gli occhi e guardo il febbrile agitarsi delle persone accanto a me; incessante, nervoso, frenetico. Mi giro e nell'espressione degli altri ragazzi e ragazze ritrovo le mie stesse paure, le incertezze che hanno caratterizzato questi interminabili giorni. Sposto il peso da un piede all'altro e un leggero formicolio alla schiena mi ricorda che l'ansia sta per insinuarsi di nuovo dentro di me; respiro a fondo, lentamente, cercando di cacciare via quella sensazione fastidiosa. Vorrei toccarmi il viso, controllare che il trucco sia perfetto, che i capelli siano a posto, invece rimango immobile con le mani lungo i fianchi, incapace di compiere qualsiasi gesto.

Spero che alla Azzone non dispiaccia ma non ho apprezzato molto la parte del romanzo inerente la sua famiglia, il loro non esserle costantemente vicino e aiutarla nella realizzazione del suo sogno mi ha suscitato rabbia. Tuttavia questa parte, essendo un genitore, mi ha permesso di riflettere su numerosi aspetti come capire di chi fidarsi o meno, lezione che anche la nostra protagonista imparerà gradualmente. Credo comunque che una madre debba sostenere un figlio in qualunque scelta anche se non pienamente condivisa, è pur vero che in questo caso ci troviamo davanti un padre assente, una madre che soffre di depressione, una sorella, Teresa, a mio avviso invidiosa del suo successo e altri due fratelli.

Nonostante tutto, il mio sogno è ancora costruire una famiglia, forse quella che non sono riuscita ad avere. La verità è che mi sento sola. Mi manca il supporto, il conforto e il sostegno che mia madre aveva promesso. Mi sento un pesce fuor d’acqua ovunque vada. Sia che parta sia che resti c’è sempre qualcosa che mi manca. Soffro la lontananza.

Ovviamente non manca il tema "romantico" perché Daniela si innamora di un calciatore, Lorenzo, un ragazzo che si rivelerà essere dolce e in rado di sostenerla in tutte le difficoltà che la vita porrà davanti a Daniela.

E' colpa tua, Daniela.
Come credi mi sia sentito in questi giorni?
Sono impazzito, ho guidato come un folle tutte le notti senza una meta, volevo morire.
Sono pazzo di te!

Consiglio questa lettura perché, oltre ad essere ben scritta, rappresenta anche la possibilità di scoprire cosa c'è dietro un mondo che sembra essere dorato ed esclusivo. La crescita interiore della protagonista è stata molto significativa ed è bello sapere che, essendo una storia vera, lei ora è felice con la sua famiglia.
Vi assicuro che entrerete in sintonia facilmente con la protagonista ma aspetto di sapere cosa ne pensate!




Daniela è alta, bionda, occhi azzurri; ultima di quattro figli, vive a Roma con la famiglia.
A soli sedici anni inizia a fare la modella. La sua carriera è folgorante, e in breve tempo diventa una top model. Si trova così catapultata in un mondo fatto di denaro, sfarzo, eccessi e successo. 
Ma Daniela non somiglia alle sue colleghe, è una ragazza semplice che sogna il grande amore e crede nella famiglia. Il rapporto difficile con la madre non le permette di godersi il regalo che ogni donna vorrebbe avere: essere una ragazza di successo, adorata e invidiata da tutti. Finché non incontra Lorenzo, un calciatore milanese, e subito scatta la scintilla. 
Per Daniela è il coronamento di tutti i suoi sogni. 
Ma il destino ha in serbo delle sorprese, e ben presto Daniela si troverà costretta a dover affrontare delle scelte difficili, che la porteranno a capire chi è veramente e cosa vuole fare della sua vita.

1 commento :

  1. Sicuramente appartenere a quel mondo non è per nulla facile, si devono fare un sacco di sacrifici e rinunce. Se poi ci mettiamo una famiglia piuttosto assente e anche forse un po' ostile, soprattutto nel caso la sorella fosse invidiosa, e l'età particolare e delicata che è l'adolescenza, il tutto diventa estremamente complicato e difficile. Sconfortante. Sono contenta che ora la protagonista sia felice.

    RispondiElimina