Recensione: "TI HO TROVATO TRA LE PAGINE DI UN LIBRO" di Xavier Bosch


Buongiorno sognatori! Oggi vi parlo di un libro che avevo messo in lista già da tempo, da quando per la prima volta l'ho trovato per caso in una libreria. Mi ha colpito subito, mi sono innamorata del titolo e della trama e ora finalmente sono qui a raccontarvelo. 
Prima però vi informo che questa recensione è l'apri fila del domino letterario a cui sto partecipando. Successivamente troverete la recensione de Il blog delle lettrici compulsive. 


Questa è la storia di Gina, o forse di Paulina, sua madre, che scopriamo attraverso sua figlia. 
Una ragazza universitaria che vuole scoprire il passato di sua madre, che di lei non ricorda nemmeno la voce, nonostante basterebbe che si guardasse allo specchio per rivederla. 
Paulina ha un passato importante, una parte di esso è contenuto nei quattro giorni più intensi della sua vita trascorsi a Parigi, tenuti segreti a lungo, per proteggere sua figlia Gina? Perché era una donna sposata? O perché quei quattro giorni per lei significavano così tanto che mai nessuno avrebbe dovuto sapere?

Durante il matrimonio di Julia, la sua amata cugina e la causa di tutto, Paulina venne attratta da un uomo con la giacca chiara con cuciture di filo rosso, diverso da tutti i presenti, sopratutto per il suo fumare la pipa come un vero uomo di classe. Lo stesso che si ritrovò al tavolo durante la cerimonia. 
Fu Julia a presentarli. Da quel preciso momento non smisero più di parlare. Scoprirono molto di entrambi. Lui un gallerista di Parigi somigliante a Mastroianni, amante delle farfalle e lei un'insegnante di storia dell'arte all'università di Barcellona. Dove viveva con suo marito e sua figlia. 
Se aveste solo quattro giorni di tempo per conoscere una persona, che fareste? 

Paulina e Jean Pierre passarono giorno e notte a conoscere Parigi, a raccontarsi storie, tradizioni, culture, la Parigi nascosta, la città dell'amore, la più romantica del mondo. 
Ballare il Sirtaki greco sulla riva della Senna, conoscere personaggi tipici del luogo, osservare i quadri della galleria Anouk, assaporare i cibi tradizionali nei ristoranti più storici e suggestivi della città. Questo fecero loro due in quattro giorni, oltre ad amarsi come se il mondo dovesse finire troppo presto. 
Questo libro è un inno all'amore, ha rappresentato per me il vero significato di amore. Non importa il tempo, il luogo, e tutto il resto. Come dice Jean Pierre, bisogna dare l'anima quando si ama una persona. 

“L'amore prima non era amore. Se non c'è quell'inquieto timore che possa finire da un momento all'altro, la gente tende a pensare che sia più facile, ma non è così. Al contrario: è più difficile”

Entrambi si confessarono segreti, timori, ferite del passato che involontariamente hanno scalfito in qualche modo anche il presente, o almeno così pensava Jean Pierre prima di conoscere la sua Paulina. Loro non erano amanti, loro non si sentivano tali. Erano solo due adulti che si erano innamorati l'uno dell'altra all'improvviso, senza fare prima i conti con la realtà, con le vite che hanno lasciato in sospeso per concedersene una diversa, più breve ma non per questo meno intensa. 
Uno di quegli amori che si vogliono tenere segreti per paura che svelandolo agli altri potesse perdere valore. Un segreto dolcissimo come le gocce di miele di Jean Pierre. 

“...Noi due siamo riusciti ad abbattere le nostre barriere. Ci siamo liberati. L'uno agli occhi dell'altra. L'uno insieme all'altra. E questo, amata, amatissima Pau, ci resterà per sempre. Stavo per dire che ci resterà per i secoli dei secoli, ma preferisco dire che ci resterà finché ci saremo. Fino a quando vorremo. Le gocce di miele.”

La consapevolezza di doversi allontanare, quando il sogno svanisce, quando si torna alla realtà la consapevolezza e gli impegni fanno tornare con i piedi per terra e poi tutto cambia, nonostante si provi a tenere quella corda con tutte le forze, essa avrà la meglio, la corrente ci riporta sempre dove viviamo, ai nostri doveri. Ma in questo romanzo il “Per sempre” esiste, non è una fantasia. Esiste. 

“Sai quanto vive una farfalla prima di scomparire? In genere meno di due settimane. Al massimo può arrivare ad un anno. Io francamente, spero di vivere in te molto più a lungo. Così come tu vivrai in me. Anche se non ci vedessimo e non ci parlassimo più, tu e io avremo sempre l'una l'altro.”

Non voglio svelarvi altro di questo romanzo, che va letto con estrema attenzione. Lasciatevi trasportare dal romanticismo, dall'amore puro. Da quell'avventura (come si chiama oggi), che va ben oltre la stessa. E' il sentimento più puro che non ha ne età né fine, è immenso. 

I protagonisti ci porteranno alla scoperta di meravigliose librerie, dalla Shakespeare & Company di Parigi alla Foyles di Londra, dalla Rizzoli di New York all' Acqua Alta di Venezia. Un viaggio di follia e passione che lascia segni di sé ovunque il battere delle ali porta, spinto dal vento dell'amore eterno. 

L'autore ci conquista, ci fa innamorare di Jean Pierre fin da subito, è forse l'uomo dei sogni, l'artista che non si può non desiderare. Ci fa vivere intensamente ogni pagina, ci insegna molte cose, ci trasporta in un mondo che va oltre le baguette e La vie en rose. 

Gina verrà mai a sapere tutto questo di sua madre? Come farà a scoprire il suo passato? 
Io vi consiglio di guardare sempre dentro ad ogni libro che acquistate, non si sa mai cosa ci potete trovare! 





32 commenti :

  1. Che meraviglia! Segno subito in WL

    RispondiElimina
  2. Non ero convinta riguardo a questo libro, ma ora me lo segno!

    RispondiElimina
  3. Grazie Dalila! Bellissima recensione per questo domino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! ;) e complimenti anche a te!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Spostalo al primo posto allora, non te ne pentirai ahah

      Elimina
  5. Segnato! Bellissima recensione: non vedo l'ora di poterlo leggere!

    RispondiElimina
  6. Aspettavo solo di leggere una recensione così bella per decidermi a leggerlo. Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Ti piacerà tantissimo! ;)

      Elimina
  7. Non credo mi piacerebbe, ma sono contenta ti sia piaciuto :) Bella recensione.

    RispondiElimina
  8. Una storia che potrebbe proprio piacermi!!! Bella recensione

    RispondiElimina
  9. lo avevo già in wl, direi che è da leggere, bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Deb, mi fa molto piacere!! :)

      Elimina
  10. Ho letto questo romanzo e ne sono rimasta subito affascinata! Sono d'accordissimo con te!

    RispondiElimina
  11. Dopo la tua splendida recensione non vedo l' ora di leggerlo al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ti piacerà! Ne sono sicura ;) E ti consiglio di ascoltare anche le musiche che trovi! Molto suggestivo!

      Elimina
  12. I libri romantici non mi convincono molto, ma questo sembra abbastanza interessante. Magari lo aggiungo in lista e quando avrò bisogno di un po' di romanticismo, allora gli darò una possibilità :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La merita, credimi! :) Non è sdolcinato, è amore puro, quindi ancora meglio! ;)

      Elimina
  13. Ce l'ho in WL da un pò. Chissà quando potrò leggerlo XD

    RispondiElimina
  14. Ma che bello non lo conoscevo! Lo metto subito in WL ho proprio voglia di un libro così <3

    RispondiElimina
  15. Te ne innamorerai sicuramente Serena! :)

    RispondiElimina
  16. Il genere romantico non è esattamente il mio genere, ma la tua bellissima recensione potrebbe farmi cambiare idea ;)

    -Hanna McHonnor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia! Spero proprio di si... Fammi sapere quando lo leggi ;)

      Elimina