Recensione:"I STILL I LOVE YOU" di Cristina Chiperi edito Leggereditore

Buongiorno sognalettrici, oggi per voi una nuova recensione per un romanzo firmato leggereditore uscito il 2 settembre. L'autrice è Cristina Chiperi. Con il suo "I still love you"  ha saputo incantate tantissimi lettori con una dolcissima storia d'amore tra adolescenti al pari di My dilemma is you.






La protagonista è Lucy da sempre innamorata del suo migliore amico, Dylan, ragazzo che ho trovato alquanto insulso e frivolo, innamorato a sua volta di un'altra. Lucy è di per se una ragazza dolce e solare con numerosi problemi familiari e la prospettiva di un brillante futuro al college... peccato che non riesca a smettere di pensare alla sua ossessione.

"Vi è mai capitato di innamorarvi così tanto di una persona da sentire i brividi a ogni suo tocco, da passare le notti a pensare a come potrebbero andare le cose se solo sapesse la verità, da non veder l’ora di incrociare il suo sguardo e sentirvi protette da un suo abbraccio?
A me sì. E la cosa peggiore è che la persona di cui ero veramente innamorata era il mio migliore amico.
Quel ragazzo che credevo di conoscere più di quanto conoscessi me stessa.
Quel ragazzo, Dylan, con il quale avevo passato la maggior parte della mia vita.
Quello che provavo per lui era una cosa talmente pura e vera che io stessa avevo paura di ammetterlo."

Ho provato una certa empatia per la nostra protagonista, forse per la presenza di personaggi secondari che facevano di tutto per ostacolarla nelle sue scelte partendo da Tyler, miglior amico di Dylan, a Beth , la miglior amica di Lucy che si rivelerà essere pian piano non così "amica".

"Le parole di Tyler mi tormentarono tutta la notte. Non riuscii a chiudere occhio perché la mia testa continuava a mostrarmi cosa sarebbe successo se Dylan avesse scoperto cosa provavo per lui.
L’unica reazione che mi sembrava probabile era la più brutta: lui che si allontanava da me per paura di ferirmi."

Il romanzo è scritto davvero molto bene e risulta molto scorrevole, nonostante io non apprezzi molto lo stile eccessivamente adolescenziale, l'autrice è riuscita a coinvolgermi nella storia. Ammetto che la differenza l'ha fatta Daniel, un ragazzo davvero dolce e comprensivo con cui scatta da subito il colpo di fulmine che Lucy non riconosce perché troppo presa da Dylan.

"«Ehm… grazie, ma non mi interessa.» Mi allontanai verso la mia aula.
Che diavolo voleva quel tipo da me?
«Comunque sono Daniel» continuò, mentre camminava dietro di me.
Mi fermai e mi voltai verso di lui.
La giornata stava già andando male, non avevo bisogno di persone strane che parlavano di cose ancora più strane.
«E a me perché dovrebbe importare?» chiesi infastidita.
Guardai attentamente il ragazzo davanti a me e immediatamente mi pentii del mio stupido comportamento. Non potevo lasciare che la notizia su Dylan mi rovinasse la giornata e che mi facesse apparire una ragazza scontrosa, cosa che in realtà non ero.
«Qualcuno è di cattivo umore, eh?» chiese sorridendo. «Allora tolgo il disturbo.»
«No, aspetta.» Le parole uscirono di getto dalle mie labbra, ma non sapevo come continuare il discorso. «Mi dispiace… È che non è assolutamente giornata.»"

La parte più bella del romanzo è il finale, lo so, lo so... chi mi conosce sa che ho una passione sfrenata per i lieto fine ma stavolta Cristina Chiperi ha scritto quello che io definisco un finale perfetto, uno di quelli che ti lascia senza parole, felice, realistico e non eccessivamente smielato! Ora aspetto solo di leggere la vostra opinione in proposito e sapere cosa ne pensate.






Nessun commento :

Posta un commento